«Le mascherine? Assurdo, bisogna fermare il turbogas»

«Le mascherine? Assurdo, bisogna fermare il turbogas»

Le micropolveri alle stelle preoccupano la gente. «Non capisco questa inerzia da parte del Comune – dice Isa Schiavetti delle Mantua Mothers -. Mi chiedo perché non si prendano dei provvedimenti; ad esempio, si potrebbe cominciare con il blocco del traffico, così si fa capire alla gente che siamo in emergenza. E poi si potrebbe anche ridurre la produzione nelle grandi aziende». Le mamme ambientaliste si dicono allibite dalla posizione presa dall’assessore De Togni qualche giorno fa: «Ha consigliato alla gente di uscire di casa con la mascherina. È assurdo: dovrebbe, invece, studiare delle misure per ridurre l’inquinamento».

Di situazione grave per la salute parla Alberto Zolezzi, pneumologo all’ospedale Carlo Poma: «Lo studio sull’inquinamento dell’aria in Lombardia tra il 2005 e il 2010 della Jrc è chiaro, purtroppo i nostri amministratori non lo conoscono. Lì si dice che a Mantova il Pm2,5 è sovrapponibile al Pm10 e questo è preoccupante perché non dovrebbe succedere: se, per esempio, il Pm10 è 40 il Pm2,5 dovrebbe essere 28, e non uguale. Ed è ormai assodato che con un elevato livello di micropolveri aumentano i decessi per cause cardio-respiratorie e che l’esposizione a lungo termine può dare problemi tumorali».

E allora, che fare? «Per tutelare la salute bisognerebbe chiudere il centro storico alle auto, visto che il traffico contribuisce per il 20-25% alla formazione delle micropolveri, e istituire una tassa per circolare, così per far capire alla gente che la situazione è grave – suggerisce Zolezzi che è anche membro del Movimento decrescita felice e del movimento Cinque stelle -. Poi si dovrebbero potenziare i mezzi ecologici del trasporto pubblico; e si dovrebbero evitare le lottizzazioni inutili come quella di lago Paiolo che non farà altro che aumentare il Pm10, così come bisognerebbe impedire la costruzione di impianti di biomasse, altri produttori di Pm10. E si potrebbe anche chiudere per una settimana il turbogas mettendo i lavoratori in cassa integrazione per crisi ambientale. Tutte misure – tiene a precisare Zolezzi – che già indicai alla De Togni nell’incontro pubblico di fine gennaio». E il blocco del traffico domenicale? «Non serve – risponde il pneumologo – visto che nei giorni festivi ci sono già meno auto in circolazione».

Gazzetta di Mantova, 21 febbraio 2012